Manovra, Lega: stop a ecotassa e incentivi auto ‘green’

Torna la tensione tra Lega e M5s anche se Salvini getta acqua sul fuoco. “Leggo qualche giornale e sorrido – ha scritto Matteo Salvini in un post su Facebook -: ma quanto dà fastidio alla vecchia politica e ai vecchi potenti che ci sia un governo nuovo, che finalmente si interessa degli Italiani e non dei poteri forti? Ci vorrebbero mandare a casa domani mattina, ma rimarranno delusi. Noi andiamo avanti per difendere diritto al lavoro e alla pensione, alla sicurezza e alla salute: col sostegno del Popolo, nulla è impossibile”.

Ieri il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giorgetti, aveva detto che sul reddito di cittadinanza ‘vede il pericolo che possa alimentare il lavoro nero’. Replica Di Maio. “Io il contratto l’ho firmato con Salvini e nel contratto c’è il reddito di cittadinanza, ci sono le pensioni minime più alte, gli aiuti ai lavoratori, abbiamo limitato i contratti precari: noi dobbiamo andare avanti in questa direzione perche’ se ricostituiamo lo Stato sociale aiutiamo le persone in difficoltà riparte la domanda interna e ne gioverà tutta l’economia”.

E intanto stop non solo all’ecotassa sulle auto più inquinanti ma anche agli incentivi per i veicoli ecologici. Con un emendamento alla manovra, che rientra nel pacchetto dei ‘segnalati’ e che è firmato dal capogruppo in Senato Massimiliano Romeo, la Lega punta a cancellare l’intero pacchetto di norme approvato alla Camera. La proposta è stata presentata in commissione Bilancio a Palazzo Madama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *