Borsa: Europa debole, crolla il petrolio

Borse europee in calo dopo un’ora dall’avvio delle contrattazioni, in scia alla chiusura negativa dell’Asia e di Wall Street. In un mercato più sottile in vista delle festività natalizie, gli investitori aspettano con apprensione le decisioni della Fed di domani, da cui si attendono una pausa nella stretta monetaria nel 2019. Nel frattempo prevale l’avversione al rischio, alla luce delle molte incertezze che pesano su un contesto economico globale già in rallentamento.

Londra e Parigi cedono lo 0,6%, Francoforte lo 0,2% nonostante l’indice Ifo segnali un nuovo calo della fiducia delle imprese tedesche a dicembre. Milano arretra dello 0,4% mentre lo spread Btp-Bund risale a 273 punti. Sui listini vanno male i titoli dell’energia (-2% lo Stoxx di settore) che risentono del crollo del petrolio (brent e wti cedono il 3,9%) sui timori per un aumento delle scorte Usa e l’incertezza per l’efficacia dei tagli concordati dall’Opec+.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *