Rsf, 80 giornalisti morti nel 2018

(ANSA) – PARIGI, 18 DIC – Dopo tre anni di calo, tornano acrescere le violenze contro i giornalisti nel mondo. Secondol’ultimo bilancio di Reporters sans frontières (RSF), pubblicatooggi, 80 giornalisti sono stati uccisi nell’esercizio della loroprofessione (+8%). Lo scorso anno, erano stati 65. Inoltre, 348sono attualmente detenuti e 60 in ostaggio. Dati in aumento “chemostrano una violenza inedita contro i giornalisti”, scrivel’ong, secondo cui negli ultimi dieci anni sono stati oltre 700i giornalisti uccisi al lavoro. Con 15 morti nel 2018,l’Afghanistan si attesta quest’anno come Paese piu’ letale per igiornalisti, seguito da Siria (11 morti) e Messico (9 morti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *