Amianto nelle navi, assolti 8 ammiragli

Sono stati assolti, “perchè il fatto non sussiste”, otto ammiragli della Marina Militare imputati a Padova nel processo bis per i militari morti a causa dei tumori provocati dalle presenza di amianto nelle navi. Il giudice monocratico ha accolto la richiesta di assoluzione avanzata dalla Procura. Secondo la stessa pubblica accusa, i vertici della Marina non avevano autonomia di spesa del budget assegnato e non potevano stanziare fondi per l’eliminazione del pericolo amianto nelle navi.

Alla lettura della sentenza in aula è scoppiata la rabbia dei parenti delle vittime, “Vergogna – hanno urlato -, 1100 morti, oggi li uccidete un’altra volta!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *