Serie A: Genoa Milan. Gattuso va oltre Higuain: “Situazione non ci ha aiutato”

In attesa del trasferimento al Chelsea, la storia di Gonzalo Higuain al Milan si è sostanzialmente conclusa quando Gattuso, dopo un faccia a faccia nel suo ufficio a Milanello, lo ha escluso dai convocati per la trasferta con il Genoa. L’allenatore giura di “non essere deluso” dall’epilogo, ma c’è probabilmente una morale nel ricordo autobiografico rievocato per commentare le difficoltà di adattamento vissute dall’attaccante e, prima ancora, da Bonucci. “Successe anche a me, dopo 14 stagioni di Milan andai in un contesto piccolo al Sion. Dopo 3-4 giorni mi prese la scimmia di abbandonare: non ero a mio agio, non mi divertivo – ha raccontato -. Mi dissi che dovevo fare io il passo indietro. Allora ti immedesimi negli altri, non rompi le scatole. Bisogna essere bravi a mettersi a disposizione, non andare alla ricerca delle cose perfette”. Vengono in mente i gesti di stizza di Higuain verso i compagni quando la palla non gli arrivava fra i piedi, e di sicuro altro è andato storto nei sei mesi a Milanello. Soprattutto nell’ultimo. “Questa situazione in questo periodo non ci ha aiutato”, ha osservato Gattuso, schietto a tal punto da rivelare che la rifinitura “è stato uno dei più brutti allenamenti” della sua gestione. “Queste chiacchiere vanno messe da parte, è una squadra preoccupata”, e dal canto suo Higuain “non era pronto a livello fisico e mentale per andare a fare la guerra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *