Spreco alimentare: Car, nel 2018 recuperate 1090 t di cibo

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – Sono oltre 1090 le tonnellate difrutta e verdura fresca recuperate dal Centro Agroalimentare diRoma (CAR) e poi ridistribuite alle Onlus della Capitale e dellaRegione Lazio per il progetto “Il Cibo che serve” ideato dalleAssociazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI) di Roma eProvincia per un valore di mercato dei prodotti recuperati e dipotenziale risparmio di 2.180.000,00 di euro. E’ la stima delCar in occasione della VI Giornata Nazionale di Prevenzione alloSpreco Alimentare, che verrà celebrata domani 5 febbraio.

Inoltre, domani presso la sede dell’Enpam, in piazza VittorioEmanuele II 78, si terrà alle ore 10.30 l’evento di educazionealimentare “Primo: Non Sprecare – Alimentare il valore delcibo”, che rientra nelle manifestazioni ufficiali della Giornatapromossa dalla campagna Spreco Zero e dal progetto 60 Sei ZEROdel Ministero dell’Ambiente e Università di Bologna – Distal(Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari). LaGiornata, che si aprirà con una lezione di educazione eprevenzione allo spreco alimentare, è promossa dall’ENPAM nellacornice di Piazza della Salute insieme al Municipio Roma ICentro e alle ACLI di Roma e provincia.

In questa occasione le ACLI di Roma presenteranno anche glisviluppi del progetto “Il Cibo Che Serve”, grazie al quale nelsolo 2018 sono stati recuperati 39.581 kg di pane (124.558 kgdall’inizio del progetto) e 7.258 kg di ortofrutta invenduti,per un valore economico di circa €107.000 (335.000 euro seconsideriamo il periodo dall’avvio dell’iniziativa). (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *