Bollani per la prima volta direttore e solista a Bologna

Dopo il successo della passata stagione, il pianista e compositore Stefano Bollani torna a suonare con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna il 19 ottobre alle 20.30 all’Auditorium del PalaDozza. Artista poliedrico che ama sperimentare e sconfinare in generi musicali diversi, dalla classica al jazz, dalla canzone d’autore al pop-rock italiano, Bollani è anche scrittore, autore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi.

Con la Filarmonica del Comunale il musicista milanese, che sarà protagonista per la prima volta nella doppia veste di direttore e solista, interpreterà il Concerto per pianoforte e orchestra N. 23 in la maggiore di Mozart, scritto nel 1786 in un periodo particolarmente positivo per il compositore, che stava lavorando con slancio anche all’opera Le nozze di Figaro.

A seguire, Bollani presenterà la sua composizione Concerto Verde per pianoforte e orchestra da camera, della quale ha curato anche l’orchestrazione, eseguita per la prima volta a giugno 2019 a Buenos Aires. Nato sulla scia del brano del 2017 intitolato Concerto Azzurro, questo secondo lavoro ispirato dal pensiero religioso induista è dedicato al quarto chakra del cuore che è di colore verde: simboleggia quindi un inno all’amore, tout court e per la musica.

Il 18, 20 e 21 ottobre il Teatro Comunale presenterà anche quelle tre recite di Madama Butterfly, il capolavoro di Giacomo Puccini, in scena lo scorso febbraio ma interrotto dalla pandemia. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *