Supernova, amore gay e malattia da Oscar

Con un cast da Oscar, è passato nella selezione ufficiale della 15/ma edizione della Festa di Roma SUPERNOVA di Harry Macqueen con protagonisti assoluti Sam (Colin Firth) e Tusker (Stanley Tucci) coppia gay intellettuale molto affiatata alle prese con quello che potrebbe essere il loro ultimo viaggio. Il film, già in concorso al San Sebastián Film Festival, è un singolare road movie in camper pieno di sentimento, ma mai sdolcinato e retorico. Sam è un famoso pianista da tempo legato con lo scrittore di successo Tusker. I due si amano come possono farlo due artisti, ma tra loro da poco è entrata l’ombra della malattia. Allo scrittore infatti è stata diagnosticato un inizio di demenza precoce. Per ora solo pochi impacci e qualche dimenticanza, ma il tempo per la coppia diventa, giorno dopo giorno, sempre più prezioso. Il tenero Sam non fa che pensare a come sarà la vita senza il suo amato, mentre quest’ultimo, più concreto, ha un problema non da poco: quello di veder sfuggire presto la sua autonomia insieme alla coscienza di se stesso. Dice così con candore Tusker a Sam: “Voglio che mi si ricordi così come sono ora e non come diventerò”. Nel frattempo la coppia, partner da vent’anni, viaggia attraverso l’Inghilterra a bordo del loro vecchio camper per far visita ai loro amici, rivedere famigliari e ritrovare i luoghi dove è nato il loro amore. E tutto questo con dentro al cuore un lutto difficile da sopportare. “Tutto è nato da una storia personale – dice oggi il regista a Roma -, una cosa che ho vissuto cinque e sei anni fa quando lavoravo con una signora che in un solo anno è cambiata completamente. Dopo essere stata licenziata l’ho vista dopo solo sei mesi su una sedia a rotelle e dopo altri sei mesi è morta. Aveva appunto la demenza precoce, una malattia che non conoscevo. Questa è la scintilla di questo film”. Per Harry Macqueen, oltre che regista e scrittore, attore teatrale e cinematografico inglese: “La coppia del film sarebbe potuta essere benissimo etero. Volevo parlare dell’universalità dell’amore e così l’orientamento sessuale dei protagonisti era del tutto irrilevante – dice -. Ma secondo me – conclude – far cinema è un atto politico e nel caso di SUPERNOVA lo è moltissimo e così ho rappresentato un mondo ideale in cui mi piacerebbe vivere”. Nel cast del film che sarà distribuito in Italia da Lucky Red anche Pippa Haywood, Peter Macqueen, Nina Marlin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *