Gb: antisemitismo, commissione condanna il Labour

La commissione britannica sui diritti umani (Equality and Human Rights Commission) ha riconosciuto oggi il Labour, al termine di un’inchiesta durata mesi, colpevole di “!atti illegali di discriminazione e molestia” d’impronta antisemita commessi al suo interno negli ultimi anni: in particolare sotto la leadership di Jeremy Corbyn (2015-2020), esponente della sinistra radicale e sostenitore storico della causa palestinese.

Il verdetto, contestato da Corbyn e dai suoi sostenitori, riconosce almeno in parte le ragioni di militanti e funzionari di origine ebraica e da organizzazioni della comunità ebraica del Regno che avevano presentato denuncia di fronte all’organismo indipendente sullo sfondo delle polemiche esplose in seno allo stesso partito laburista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *